IC MAJANO FORGARIA

La festa degli alberi 2021

Lunedì 7 giugno 2021 è stata una giornata speciale per i bambini delle classi prime e seconde della scuola primaria di Majano: hanno aperto le porte verso la natura. Proprio così: le porte della scuola si sono aperte sul giardino poco distante ed è stata… festa!
Il Comune ha donato dei bellissimi alberi che sono stati piantumati nella pertinenze dell’Istituto e gli alunni hanno partecipato alla cerimonia con canti, balli, poesie, ma anche forza fisica: infatti hanno aiutato a fare i buchi nel terreno per accogliere le radici dei nuovi amici.
Da molti anni ormai l’amministrazione comunale dà la possibilità agli alunni della classi prime di diventare i padrini e le madrine di alcune piante: i bambini divengono i “responsabili” degli alberi su cui hanno legato un cartellino con il loro nome e dal giorno della festa possono controllare se tutto procede bene, se è necessario bagnare il terreno, osservare la crescita e i cambiamenti che la natura produce.
L’anno scorso, a causa della pandemia, la consueta cerimonia non si è svolta, ma quest’anno c’è stata doppia festa: sia i bambini di prima che di seconda hanno piantato i propri alberi e hanno dato il meglio (divertendosi) in presenza di una delegazione dell’Amministrazione comunale e del Dirigente Scolastico.
La “festa degli alberi“, nonostante alcune limitazioni, è stata una vera e propria occasione di riapertura e di riavvicinamento alla normalità: un piccolo passo verso un futuro più roseo, ma anche tanto verde.

VIVE LIS PLANTIS
Tal nestri percors lunc dut un an
o vin capît ce che lis plantis nus dan.
A son la cove par tancj animai,
nus dan lis pomis:
di mangjâlis no fermarès mai!
Cul len dai arbui o piin il fûc,
su la cjarte o pues dissegnâ un zûc.
Ma chel che mi jemple pardabon il cûr
al è che lis plantis nus tegnin al sigûr.
Lis lôr ladrîs a strategnin la tiere
cuant che tal aiar a côr la Buere.
Lis fueis a son fabrichis:
a fasin l’aiar bon
e nus covente in ogni cjanton!
Vêso capît ce che o vin dite?
Vive lis plantis, vive la vite!
(Classi Seconda A e B)